COUNTDOWN

NEWS

Concorso Short Film

CONCORSI SETTORE CINEMA CONCORSO CORTOMETRAGGI "SHORT FILM" SEZIONE G...

Concorso Mondo Parallelo

CONCORSI SETTORE TELEVISIVO CONCORSO TV - SEZIONE GIORNALISTICA "MOND...

Concorso Laboratorio Format

CONCORSI SETTORE TELEVISIVO CONCORSO TV - SEZIONE AUTORE TELEVISIVO "...

Concorso Io Esisto, edzione 2

CONCORSO SETTORE CINEMA - SPAZIO SHORT FILM CONCORSO CORTOMETRAGGI -...

Concorso Sentieri

CONCORSI SETTORE CINEMA SEZIONE SPECIALE LUNGOMETRAGGI "SENTIERI" FIL...

Opere in concorso edizione 2017 - English

CONCORSO IO ESISTO – CATEGORIA BCT 13 TITLE OF THE WORK: DIVERSO DA C...

« »

 

Concorso cortometraggi destinato alle scuole

 

“Io Esisto” 2017 

 

Il  Festival Nazionale del Cinema e della Televisione, in collaborazione con il Comune di Benevento, istituisce il primo Concorso per la realizzazione di cortometraggi destinato a tutte le scuole primarie e secondarie di primo grado della Regione Campania.

Ogni anno la Direzione del Festival si riserva di scegliere un tema di particolare rilevanza dal punto di vista culturale e sociale. Per l’edizione 2017 il tema scelto è “l’Integrazione” dal titolo “Io esisto”.

L’obiettivo del concorso è permettere di valorizzare la creatività,l’ organizzazione e la collaborazione all’ interno degli istituti scolastici della Regione Campania attraverso il coinvolgimento degli studenti più giovani, consentendo a questi ultimi di avvicinarsi al mondo della comunicazione e del cinema utilizzando la formula del cortometraggio.

Il tema, nel richiamare la stessa modalità del Concorso Nazionale del Festival del Cinema e della Televisione di Benevento, “Diversamente Uguali”, fissa nel concetto dell’integrazione l’ argomento principale da approfondire nei lavori che verranno presentati.

L’integrazione, di fatto, potrà essere rappresentata, nei lavori visivi, seguendo modalità di libera scelta con possibilità di sviluppare l’opera traendo spunto anche da temi correlati a quello principale quali bullismo, disabilità, immigrazione e quant’altro concerna l’inserimento all’interno del complesso sistema scolastico.

Ogni istituto scolastico della Regione Campania, in particolare istituti di scuola primaria e secondaria di primo grado (elementari e medie) potranno presentare un singolo cortometraggio (uno per ciascun  Istituto), della durata massima di 30 minuti e minima di 10 minuti, in cui almeno l’80% dei protagonisti dell’opera prima siano giovani appartenenti all’istituto stesso.

Una giuria, appositamente composta da esperti del settore, valuterà i lavori assegnando ad essi un punteggio che andrà da 1 a 10. Tale punteggio andrà a sommarsi ai voti ottenuti in funzione del gradimento espresso sui canali ufficiali della Manifestazione (sito internet e pagina facebook) dove verranno presentati ed esposti i lavori tra il 1 giugno e il 15 giugno 2017.

I 5 migliori lavori verranno poi presentati, attraverso singole proiezioni, nel corso del Festival Nazionale del Cinema e della Televisione, in programma a Benevento dal 5 al 9 luglio 2017.

Il premio si articolerà in due categorie:

 

  • BCT 10 (destinato agli studenti appartenenti alle scuole primarie)
  • BCT 13 (destinato agli studenti appartenenti alle scuole secondarie di primo grado)

 

Nel corso della serata finale del Festival, prevista il giorno 9 luglio, verranno premiati i due migliori cortometraggi realizzati, attraverso la consegna del premio della Kermesse, il Noce d’Oro, per il Concorso BCT “IO Esisto” – categoria BCT 10 e categoria BCT 13.

Ogni istituto scolastico potrà realizzare i lavori ispirandosi a fatti realmente accaduti o realizzando storie frutto della fantasia degli ideatori del cortometraggio.

E’ richiesta, ovviamente, la partecipazione, la collaborazione e il supporto degli Istituti, attraverso l’ opera del personale docente che andrà ad affiancarsi al lavoro degli studenti.

 


 

OBIETTIVI E SCOPO DEL CONCORSO

Il tema della “partecipazione”, intesa nell'ampio spettro delle sue possibili applicazioni pratiche, è stato il vero motore che ha innestato la volontà di realizzare una manifestazione come il BCT ed è la consapevolezza di questo presupposto a riempire di significato ogni singola iniziativa che quest’ultima ha scelto di proporre.

Partecipare. Partecipare da spettatori, prendendo parte alle mostre, alle proiezioni, agli incontri; partecipare da protagonisti, raccogliendo l’ invito del Festival a mettersi in gioco presentando i propri lavori e dando sfogo alla propria personalità attraverso l’ iscrizione ai concorsi indetti.

E’ proprio il passaggio da spettatore a protagonista che ha orientato la decisione di coinvolgere anche bambini ed adolescenti in un cammino che possa, in qualche modo, essere manifesto di vita, facendo loro capire che il cinema non è detto che debba essere sempre e solo guardato dall'interno del salotto di casa e dalle sale, esso può anche essere  “fatto”, nel senso letterale del termine, utilizzando quella molla che tutto muove che  è l’ immaginazione, una componente esplosiva e che solo in una certa fascia d’ età può raggiungere determinati livelli.

Dal salotto di casa e dalle sale, come dicevamo, il panorama è una scatola nera e un muro di cemento. Quello che il BCT si propone di fare è fornire una prospettiva. Una prospettiva che aiuti i ragazzi a dare libero sfogo alle loro emozioni e alle loro abilità, evadendo dai confini domestici e dai limiti imposti dalle convenzioni dei nostri giorni. Attivare lo spirito propositivo e geniale di una generazione di utenti, partendo dalla scuola, ultima scialuppa di salvataggio di una società che appare sempre più alla deriva.

La scelta del tema della integrazione, per entrambi i concorsi, darà la possibilità alla giuria di valutare opere provenienti dalla mente e dal cuore di generazioni diverse di protagonisti che si opereranno fornendo una importante varietà di produzioni e di scelte tale da poter essere considerata a tutti gli effetti veicolo di cultura collettiva. Quella vera. Quella sincera.